BAMBINE CATTIVE
Salerno Editrice
I Sostenibili, 2008
www.isostenibili.it

Tre personaggi femminili in tre età diverse ( tre, undici e vent’anni) vivono, in contesti differenti, un divario che diviene tanto drammatico da indurle a preferire di non voler “leggere” il linguaggio del mondo se questo impone loro una realtà mistificata da ipocrisia.
Agata ricorda in prima persona e in toni lievi un’estate nella campagna salentina. La solarità del contesto, l’insistenza su odori, sapori e colori di quella terra fanno da cornice ad un’angoscia mai passata,
quella del distacco dall’unica persona che si occupava di lei, un custode contadino che lo ha fatto malamente; il dolore per il distacco che fa seguito alla presunta  violenza cresce nell’apprendere la gravità di ciò che è accaduto soltanto dalla reazione drammatica dei suoi genitori. Per lei, invece, nulla di così terribile è accaduto e si scopre, perciò, doppiamente sola.

Lucia, undicenne di Favignana, sogna una vita facile e allegra come quella di sua zia, una bella e solare prostituta di provincia e la prende come modello di vita. Nel tentativo di scoprire perché la gretta società del paese chiude a sua zia tutte le porte, Lucia affronta con candore e caparbietà la difficoltà da parte di genitori, amici, parroco e vicini a spiegarle perché quel lavoro non possa diventare il suo modello.  Ma non accetta le spiegazioni che arrivano e combina un grosso guaio.

Elvira ha la vocazione a diventare suora ma la carriera di suo padre, potentissimo e molto devoto, è sull’orlo del tracollo per uno scandalo e lui tenta di salvare il suo  nome sfruttando la cerimonia imminente. Dopo un drammatico colloquio con un alto esponente delle gerarchie vaticane al quale l’uomo chiede un aiuto che gli costerà molto caro, si innesca una spirale di rivelazioni e di colpi di scena che culmineranno nella cerimonia del velo, con un esito sorprendente. Dietro questi eventi si snodano le personalità di Elvira e dei suoi genitori, coinvolti in un meccanismo che rivela i tratti meno edificanti di tutti e tre. Una famiglia che è solo una scatola vuota  in cui ognuno porta avanti il proprio feroce egoismo. Anche  Elvira.
   



libri
"BAMBINE CATTIVE"  
"SE CADE IL MONDO
MI SPOSTO"
 
"ODORE DI FERRO
E DI CACAO"
accade
recensioni
media
blog
links
contatti
home