alessandra dragone
Alessandra Dragone è nata, vive e lavora a Roma in ambito giuridico-istituzionale. Ha compiuto studi giuridici e filosofici e scritto in  materia, ma nel 2004 ha scelto la narrativa. Nel 2005  e nel 2007 è stata finalista al Premio Solinas- Storie per il cinema, rispettivamente con “Alla Controra “ e con “Non ti darò un nipote”.

Nel 2008 ha pubblicato “BAMBINE CATTIVE” per Salerno Editrice
- I Sostenibili.

Nel 2010 ha pubblicato “SE CADE IL MONDO MI SPOSTO” per Giulio Perrone Editore, Perronelab.


Nel mese di febbraio 2012 è uscito "ODORE DI FERRO E DI CACAO" per Baldini, Castoldi, Dalai - La tartaruga



biografia
libri
accade
recensioni
media
blog
links
contatti
home

Perché scrivo :


Scrivere è scoccare una freccia ed innamorarsi del percorso che fa, il bersaglio non conta poi più di tanto. E’ lanciare ami a persone sparse nel mondo, aggrapparsi come una formica alla cravatta di chi sale sull’autobus per andare al lavoro, infilarsi nella tasca di chi ballonzola sulla metro al ritorno a casa, comparire per caso sotto il cuscino di chi legge con la pila sotto le coperte. O a chi ha deciso di rimandare a dopo la lettura di un libro la decisione di cambiare vita.

Con un mio libro vorrei entrare in casa di chi mi legge, spiare il suo comodino e rovistare la pila di libri in giacenza, vedere se fuma a letto e che altro legge oltre me. Come quando, di notte per strada, d’estate, vedi finestre aperte e immagini case, vite, persone.

Scrivendo prendo per mano la gente e vorrei che la stretta andasse dritta nell’anima, scavasse una piccola buca e ci rimanesse almeno per poco. Dò vita ai burattini della mia memoria che si animano, danzano, girano. Tengo tutto per mano ed in mano, illusione e reale. Come vetrini dentro al caleidoscopio, pezzetti di cose lette, ascoltate, vissute, immaginate si compongono in storie e dietro, a stagliarle, c’è la luce che cambia colore e svela tante cose vissute quante sono le stelle del firmamento.